Un breve ricordo di (e per) Jessica Walter

Il mondo si divide fra chi ha visto Arrested Development e chi non l’ha visto. Se state da questo lato, il primo, starete come me patendo la scomparsa di mamma Lucille, Jessica Walter, tassello fondamentale di quella banda di fulminati che ho scoperto del tutto fortuitamente, a 11 anni su Italia 1, a tarda notte (mai ringraziato abbastanza i miei per non avermi mai rotto gli zebedei sull’ora della nanna).

Da lì, per me: fu rivoluzione, la scoperta di un’umorismo dal grande acume, dal gusto surreale e un po’ folle, oltretutto cinico, che sentivo del tutto mio e che ho sempre fatto molta fatica a ritrovare. Metto sullo stesso livello di importanza per me solo Jerry Seinfeld e René Ferretti (con le rispettive combriccole).

Nonostante per me Lucille Bluth possa bastare da sola a riempire un’intera carriera, Jessica Walter ha (almeno) due altri meriti del tutto ragguardevoli: uno risiede nell’aver dato voce ad una altra madre del piccolo schermo, seppur in versione animata: l’attrice è stata infatti l’interprete vocale di Malory Archer in Archer, personaggio fra i più importanti nella sitcom che prende il nome dallo scapestrato agente segreto protagonista di mille goffe scorribande; l’altro, forse ancora più interessante ai fini di una certa filologia cinefila, è quello di interpretato il primo esemplare di stalker cinematografica in Play Misty For Me (1973, esordio alla regia di Clint Eastwood). Non mi risultano altri esemplari così ben codificati nel cinema americano (o nel cinema tutto).

Mi si potrebbe rispondere Robert Mitchum in Cape Fear (1962), però qui vi è la motivazione sentimentale a ‘giustificare’ la propria ossessione. Questo a mio avviso fa aderire maggiormente questo personaggio al prototipo dello stalker odierno, il quale mi sembra sviluppi nella maggior parte dei casi una morbosità differente dalla voglia di vendetta di Max Cady e che punta molto più all’ottenimento di un’intimità bramata e mai concessa, oppure concessa e poi negata, che spinge poi lo stalker ad agire in quanto tale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *